Poesie sui diritti
                                                                  
                                                                                                       Home Link Giochi Riciclando Disegni Lavoretti Schede Poesie Progetti Programmi
--



Poesie sui diritti dei bambini

 

 

DIRITTO AL GIOCO

Facciamo un gioco,
così, senza scopo,
solo per semplice e puro divertimento.
Se mi chiedi quando oppure dove
ti dico che noi giocheremo alle nove
oppure se piove.
Se mi dici per quanto
 ti rispondo soltanto
che sarà per poco oppure per tanto,
questo nostro bellissimo gioco.
E come per incanto,
 giocando e rigiocando,
 sarà girotondo
di tutti i bambini felici del mondo.

Maria Teresa Longobardi
 


DIRITTO ALL'EDUCAZIONE

Se mi insegni, io lo imparo
Se mi parli, mi è più chiaro
Se lo fai, mi entra in testa
Se con me tu impari, resta
Bruno Tognolini

 

DIRITTO AD ESSERE BAMBINO

Chiedo un luogo sicuro dove posso giocare
chiedo un sorriso di chi sa amare
chiedo un papà che mi abbracci forte
chiedo un bacio e una carezza di mamma.
Io chiedo il diritto di essere bambino
di essere speranza di un mondo migliore
chiedo di poter crescere come persona
Sarà che posso contare su di te?
Chiedo una scuola dove posso imparare
chiedo il diritto di avere la mia famiglia
chiedo di poter vivere felice,
chiedo la gioia che nasce dalla pace
Chiedo il diritto di avere un pane,
chiedo una mano
che m’indichi il cammino.
Non sapremo mai quanto bene
può fare un semplice sorriso

Madre Teresa di Calcutta

DIRITTO AL GIOCO

Fammi giocare solo per gioco

Senza nient’altro, solo per poco

Senza capire, senza imparare

Senza bisogno di socializzare

Solo un bambino con altri bambini

Senza gli adulti sempre vicini

Senza progetto, senza giudizio

Con una fine ma senza l’inizio

Con una coda ma senza la testa

Solo per finta, solo per festa

Solo per fiamma che brucia per fuoco
Bruno Tognolini

 

I BAMBINI IMPARANO CIO' CHE VIVONO 

Se un bambino vive nella critica
impara a condannare.

Se un bambino vive nell'ostilità
 impara ad aggredire.

Se un bambino vive nell'ironia
impara ad essere timido.

Se un bambino vive nella vergogna
impara a sentirsi colpevole.

Se un bambino vive nella tolleranza
impara ad essere paziente.

Se un bambino vive nell'incoraggiamento
impara ad avere fiducia.

Se un bambino vive nella lealtà
 impara la giustizia.

Se un bambino vive nella disponibilità
 impara ad avere una fede.

Se un bambino vive nell'approvazione
impara ad accettarsi.

Se un bambino vive nell'accettazione e nell'amicizia
impara a trovare l'amore nel mondo.

 ( Doret's Law Nolte )

 

 

TANTI DIRITTI
Tanti diritti,
dei bei diritti dritti,
non dei diritti storti,
però,
però,
però:
quando mangi, perchè
tu hai il diritto di essere nutrito,
ricorda chi non mangia
perchè ha il diritto, e non il cibo.
E quando giochi,
perchè hai il diritto di giocare,
ricorda chi non gioca,
perchè non ha il posto per giocare.
Quando vai a scuola, perchè
hai il diritto di essere educato,
ricorda chi ha il diritto, e non la scuola.
Quando riposi, perchè
tu hai il diritto di riposare,
ricordati di chi ne ha il diritto
ma non può riposare.
Ricorda il tuo diritto,
ma anche il suo rovescio,
perchè c’è un diritto che non hai:
dimenticare.

Roberto Piumini

 

 

 

 

 

--