Poesie per il papà
                                                                     
                                                                                                     Home Link Giochi Riciclando Disegni Lavoretti Schede Poesie Progetti Programmi
 
-- Per il papà

 

 


Al mio papà

Oh papà mio caro,
ti vorrei mandare un letterone lungo sei facciate,
ma le parole non le ho trovate,
le avevo in mente ma se ne sono andate.
Ora le sento, qui, nel mio cuoricino, ma sono troppe e non te le so dire, ma se leggerle tu vuoi, fatti vicino, metti l’ orecchio sul mio cuoricino e senti quanto BENE TI VOGLIO, allora non ti scrivo e …….. strappo il foglio.

Papà
Zietta Liù
Papà, sapessi il bene che ti voglio!
e per te vorrei essere un omino,
così da farti dire orgoglio:
Meglio di te non c è nessun bambino



 

Il mio babbo
 A. Novi

Che dite, ci sarà nel mondo intero
un altro babbo come il babbo mio?
A me sembra il più bravo, il più sincero,
il più giusto, il più tenero, il più pio,
e ne sono così lieto e così fiero,
che ne ringrazio sommamente Iddio.
Posso dirmi davvero fortunato!
C'era un tal babbo, e proprio a me è toccato.


Il babbo
L Schwarz


Povero babbo! Stanco, scalmanato,
tutte le sere torna dal lavoro,
ma per cantar la nanna al suo tesoro
ha sempre un pò di forza e un pò di fiato

Al babbo lontano
A. Cuman Pertile

Caro uccellino che volando vai,
il babbo mio di certo tu vedrai:
digli che è tanto buono il suo bambino,
e che spesso gli manda un bel bacino,
digli che gli vuol bene e che lo aspetta:
vola, uccellino, vola vola in fretta!


Preghiera per il papà
 R. Rompato

Quando papà fa ritorno
dal lavoro d'ogni giorno,
la nidiata lesta lesta
gli va incontro, gli fa festa.
Egli ride, apre le braccia,
china la sudata faccia
su noi bimbi, ricci d'oro,
che siam tutto il suo tesoro.
O signore, benedici
chi fatica e ci procaccia,
col lavor delle sue braccia,
giorni ed anni sì felici.

Mio padre
 G. P.


Mio padre è come un libro
tutto da capire
si lamenta ch'è stanco
e continua a lavorare,
brontola la mamma
per cose da poco
e muore insieme a lei
se sta male,
grida che la casa va in rovina
che i soldi non ci bastan mai
ed è lui che a noi bambini
 dà i soldi per comprare i giornalini

Al Babbo
Tu sei il mio babbo.
E quando dico babbo
sento che mi comprendi e mi proteggi.
Solo chiamarti mi rinfranca.
Solo vedere che mi sorridi mi dà allegria.
Solo saperti in casa con noi
allontana ogni paura dalla vita.
La tua mano forte mi guida e mi sorregge.
La tua voce sicura mi dà fiducia nel domani.
Caro babbo, io so tutto quello che devo a te.
So che pensi ai veri bisogni della mia giornata.
So quello che fai per preparare il mio avvenire.
Ma soprattutto so quanto mi ami
perché anche quando non parli
pensi sempre a me.
Ti voglio bene, papà.

Fermati un momento.

Papà, fermati un momento.
Voglio parlarti.
Sai che cosa in cuore sento?
Sento d'amarti.
Sai perchè ti voglio bene?
Perchè tu vuoi bene a me.
Le giornate tue son piene
e non pensi mai a te.
Quando ho la mano nella tua,
provo un senso di riposo,
nulla più mi fa paura,
mi sento forte e coraggioso.
Papà, fermati un momento.
Pensa a quello che t'ho detto.
Il tuo cuor godrà contento
al calor del mio affetto

O' Faro
Se dinto o' core tuo
io putesse trasì
truvarria certamente
o' bene ca dico io.
Nu bbene appassiunato
ca nun se vede da fora,
chillo me fa sentì
sicuro e forte ancòra.
Oggi che è a festa toia
te voglio dì papà:
chello ca 'mpietto palpita
te pote cunsulà.
Tu brill nmiezzo a o' mare
e io son a varchetella
ca s'adda arreparà.
Riest alluminato sempre
faro da vita mia.
Sulo accussì sto core
a via non perdarrà.

Un messaggio per papà!

Sempre teso e preoccupato,
qualche volta un pò arrabbiato,
tempo libero non hai 
e non stiamo insieme mai; 
poi la sera tu sei stanco, 
posso solo starti accanto 
e abbracciarti stretto stretto 
sul divano o nel tuo letto! 
Io con te vorrei giocare 
ma tu hai sempre da fare;
dai,su,fermati papà,
lascia tutto e vieni qua!
Dammi un bacio e una carezza
e andrà via la tua stanchezza.

PER IL PAPA'

Che bello giocare con le costruzioni
 e poi quando è sera guardare i cartoni;
Che gioia dipingere con i pennarelli
e mettere assieme i puzzle più belli,
Ma il momento magico anche oggi sarà....
quando ritorni tu: PAPA
'


IL MIO PAPA'
Il mio papà è difficile
da raccontare,
come un cielo d’estate
o come il mare.
Non si misura
il bene che mi vuole,
come non si contano
i raggi del sole.
Quando mi prende in braccio
salgo al quarto piano,
se mi lancia nel vuoto
viaggio in aeroplano.
Giocare assieme
è il nostro passatempo
preferito.
Il mio papà…
cosa ci posso fare?
E’ troppo fantastico
da raccontare!

PER IL MIO PAPA'
Anche se la sera
torni stanco,
ti siedi al mio fianco.
Non perdi occasione per raccontare
le favole che mi fanno sognare.
Quando andiamo a cenare
con la mamma ti metti a scherzare.
Poi l'aiuti a lavare i piatti
e subito dopo giochiamo come matti.
Arriva l'ora di andare a letto
e mi abbracci stretto stretto.
Anche se a volte è tardi,
tu non ti preoccupare
mi basta che mi guardi
e che ti fai abbracciare!
"Ti voglio bene papà".

FILASTROCCA DEDICATA AL PAPA'

Papà dammi la mano
grande e forte mi sento con te
tu mi guardi e mi dici piano
sono felice se tu sei con me.
Se mi prendi sulle tue spalle
io mi sento un capo tribù.
Se mi tieni stretto al cuore
il mio amico più caro sei tu.
Per la strada la gente ci sorride
e ci guarda perché
pensa che tu sei il mio gigante
ma io sono il tuo re.

IL PRINCIPE
M. Moschini

Arriva un Principe
con un cavallo bianco:
viene da lontano
e sembra molto stanco.
Al posto della spada
c'è l'ombrello
e c'è il cappotto
al posto del mantello;
però a guardarci bene
il cavallo non ce l'ha,
io gli corro incontro
e gli dico: "Ciao papà!"

--Per il papà

 

 

PER IL PAPA'

Domenica Poliseno

Per la tua festa papà
sono pronto,sono qua
ma come dirti il mio amore papà?
aspetta un pò, forse ci sono
ce la metto tutta e adesso ci provo.
Se ti penso mi viene in mente la luce del sole,
sì, tu illumini e riscaldi il mio cuore.
Se provo a sentire il tuo amore per me
mi sento contento,forse più di un re.
Poi quando mi abbracci
ti sento forte come un leone
ed io divento davvero un campione.
Ma ancora non sono del tutto soddisfatto
per dirti il mio amore non trovo parole,
allora ci penso, ci ripenso e ti dico
ecco per te il mio più bel sorriso.

PER IL PAPA'

Cristiana Daga

Nella mia casa-castello
sai chi è il Re più bello?
Si, certo, è il mio papà!
Anche se per trono ha un sofà…
La corona non gli serve a niente,
per andare fra la gente
Meglio la cuffia di lana
per difendersi dalla tramontana.
Il mantello … sì lo so!
Non si usa già da un po’…
Meglio un bel giubbotto nero
così è “trendy” per davvero!
Ma la cosa che lo rende un Re speciale
è che da tutti si fa amare
Ha un cuore buono e adorabile
e per me è un Re formidabile!
Auguri Papà

Per papà

Per papà un fiore
e l'amore,
per papà un regalo speciale
perché tu sei il papà ideale.
Caro papà ti vorrei dire
che senza te non potrei stare.
Tu che mi svegli alla mattina
con tanti baci e una grattatina,
tu che mi porti sulle tue spalle
per darmi il tempo di risvegliarmi,
e cominciare un'altra giornata
che inizia così con una risata.

La poesia per papà

Caro papà,

sei il più dolce che ci sia.
Con te gioco, mi diverto sei
proprio il "più perfetto".
Se ti abbraccio forte forte
anch'io mi sento forte
come in una botte di ferro "sicuramente".
Se potessi regalarti il mondo
lo farei in un secondo.
Ma non posso
e allora ti regalo un bacio grosso grosso.

 

 

--