Poesie matrimonio
                                                                  
                                                                                                       Home Link Giochi Riciclando Disegni Lavoretti Schede Poesie Progetti Programmi
--
Poesie per il matrimonio

 

 


Poesie da dedicare agli sposi nel giorno più importante della loro vita.

La fedeltà
"Quel giorno il Saggio mi disse: la vera fedeltà della coppia
non è ciò che tu pensi, mio caro.
Non è una costrizione, imposta dalla legge, dalla società, dalla Chiesa.
Non è il rispetto di un contratto.
E' un'avventura, una  strada da percorrere, perchè strada scelta.
Si vive e si sviluppa come si vive e si sviluppa l'amore degli amanti.
E' questo amore in cammino.
E' il suo pane quotidiano e il vino della sua gioia.
L'amore non è già fatto. Si fa.
La fedeltà non è già fatta.
Come l'amore, essa si fa,
 perchè dell'amore è l'indissolubile compagna.
Essere fedeli non è non smarrirsi, non combattere, non cadere.
E' rialzarsi sempre e sempre camminare.
E' volere perseguire sino alla fine il progetto preparato insieme
e liberamente deciso.
E' dare fiducia all'altro, al di là delle ombre e della notte.
E' sostenersi a vicenda al di là delle cadute e delle ferite.
E' avere fede nell'Amore onnipotente, al di là dell'amore."

A.Orlando

Il meglio dell'amore

Fammi un sorriso, amore mio...
fammi una carezza, forse è meglio una carezza che un sorriso
meglio un bacio che una carezza
meglio cento baci che un bacio
meglio una poesia d'amore che cento baci
meglio fare l'amore che una poesia d'amore
meglio amarti che fare l'amore
meglio sposarti che amarti e basta
meglio amarti per tutta la vita che sposarti soltanto
meglio oltrepassare la vita che amarti per tutta la vita
meglio amarti per cento vite ancora che amarti oltre la vita
meglio fermare il tempo e amarti in questo istante,
in un eterno presente, che per cento vite ancora
meglio far sparire il tempo e volar via, in un'altra galassia,
che fermare il tempo e amarti in questo istante,
meglio starcene buoni qui, in silenzio, a guardare la notte,
che far sparire il tempo e volar via,
in un'altra galassia.
meglio... meglio...
Meglio che mi fai questo sorriso, amore mio.
 tratto dal libro ''Per l'amore bisogna averci la passione'' di
Angelo Orlando

Il meglio dell’amore ( modificata)

Sorridete…
Fatevi una carezza, forse è meglio una carezza che un sorriso
meglio un bacio che una carezza,
meglio cento baci che un bacio,
meglio una poesia d'amore che cento baci,
meglio fare l'amore che una poesia d'amore,
meglio amarsi che fare l'amore,
meglio sposarsi che amare e basta,
meglio amarsi per tutta la vita che sposarsi soltanto,
meglio oltrepassare la vita che amarsi per tutta la vita ,
meglio amarsi per cento vite ancora che amarsi oltre la vita,
meglio fermare il tempo e amarsi in questo istante,
in un eterno presente, che per cento vite ancora
meglio far sparire il tempo e volar via, in un'altra galassia,
che fermare il tempo e amarsi in questo istante,
meglio starsene buoni qui, in silenzio, a guardare la notte,
che far sparire il tempo e volar via,
in un'altra galassia.
meglio... meglio...
Meglio che, ora….Sorridete.

 

 

Il più bello dei mari

Il più bello dei mari
è quello che non navigammo.
Il più bello dei nostri figli
non è ancora cresciuto.
I più belli dei nostri giorni
non li abbiamo ancora vissuti.
E quello
che vorrei dirti di più bello
non te l'ho ancora detto.

Nazim Hikmet

 

Sposo beato, le nozze dei tuoi sogni
sono compiute. È tua
la fanciulla che ami.
O sposa, tu sei
tutta grazia: i tuoi occhi
son dolci, il bel viso
è tutto amore…
O sposo,
felice sposo,
noi fanciulle canteremo
questa notte,
il tuo amore e la tua sposa
profumata di viola,
canteremo questa notte’.

Due amanti felici

una sola goccia di luna nell'erba,
lascian camminando due ombre che s'unisco,
lasciano un solo sole vuoto in un letto.
Di tutte le verità scelsero il giorno:
non s'uccisero con fili, ma con un aroma
e non spezzarono la pace né le parole.
E' la felicità una torre trasparente.
L'aria, il vino vanno coi due amanti,
gli regala la notte i suoi petali felici,
hanno diritto a tutti i garofani.
Due amanti felici non hanno fine né morte,
nascono e muoiono più volte vivendo,
hanno l'eternità della natura.

IL DONO DI NOZZE DA PARTE DI DIO

"La creatura che hai al fianco è mia. Io l'ho creata .
Io le ho voluto bene da sempre, prima di te e più di te.
Per lei non ho esitato a dare la mia vita. Te la affido.
La prendi dalle mie mani e ne diventi responsabile.
Quando l'hai incontrata l'hai trovata amabile e bella.
Sono le mie mani che hanno plasmato la sua bellezza,
è il mio cuore che ha messo in lei tenerezza ed amore,
è la mia sapienza che ha formato la sua sensibilità ,
la sua intelligenza e tutte le qualità che hai trovato in lei.
Ma non puoi limitarti a godere del suo fascino.
Devi impegnarti a rispondere ai suoi bisogni, ai suoi desideri .
Ha bisogno di serenità e di gioia, di affetto e di tenerezza,
di piacere e di divertimento, di accoglienza e di dialogo,
di rapporti umani, di soddisfazione nel lavoro, e di tante altre cose.
Ma ricorda che ha bisogno soprattutto di Me.
Sono Io, e non tu, il principio, il fine, il destino di tutta la sua vita.
Aiutala ad incontrarmi nella preghiera , nella Parola ,
nel perdono, nella speranza . Abbi fiducia in Me.
La ameremo insieme. Io la amo da sempre.
Tu hai cominciato ad amarla da qualche anno,
da quando vi siete innamorati .
Sono Io che ho messo nel tuo cuore l'amore per lei.
Era il modo più bello per dirti "Ecco te l'affido
Gioisci della sua bellezza e delle sue qualità"
Con le parole "Prometto di esserti fedele, di amarti e
rispettarti per tutta la vita"
è come se mi rispondessi che sei felice di accoglierla
nella tua vita e di prenderti cura di lei.
Da quel momento siamo in due ad amarla.
Anzi Io ti rendo capace di amarla "da Dio",
regalandoti un supplemento di amore
che trasforma il tuo amore di creatura e lo rende simile al mio.
E' il mio dono di nozze: la grazia del sacramento del matrimonio.
Io sarà sempre con voi e far di voi gli strumenti del mio amore e
della mia tenerezza:
continuerà ad amarvi attraverso i vostri gesti d'amore"

Anonimo

Il matrimonio Voi sarete insieme quando le bianche ali della morte disperderanno i vostri giorni.
Sì, insieme anche nella tacita memoria di Dio.
Ma vi siano spazi nella vostra unione,
e fate che i celesti venti danzino tra voi.

Lasciate piuttosto che vi sia un mare in moto tra le sponde delle vostre anime.
Riempa ognuno la coppa dell’altro, ma non bevete da una coppa sola.
Scambiatevi il pane, ma non mangiate dalla stessa pagnotta.
Cantate e danzate e siate gioiosi insieme, ma che ognuno di voi resti solo,
così come le corde di un liuto son sole benchè vibrino della stessa musica.

Poichè solo la mano della Vita può contenere entrambi i cuori.
E restate uniti, benchè non troppo vicini insieme,
poichè le colonne del tempio restano tra loro distanti,
e la quercia e il cipresso non crescono l’una all’ombra dell’altro.

Kahlil Gibran


Sul matrimonio

Il matrimonio è più del vostro amore reciproco.
ha maggiore dignità e maggior potere.
Finché siete solo voi ad amarvi, il vostro sguardo
si limita nel riquadro isolato della vostra coppia.
Entrando nel matrimonio siete invece un anello
della catena di generazioni che Dio fa andare e venire
e chiama al suo regno.
Nel vostro sentimento godete solo il cielo privato della vostra felicità.
Nel matrimonio, invece, venite collocati attivamente nel mondo e ne divenite responsabili.
Il sentimento del vostro amore appartiene a voi soli.
Il matrimonio, invece, è un’investitura e un ufficio.
Per fare un re non basta che lui ne abbia voglia,
occorre che gli riconoscano l’incarico di regnare.
Così non è la voglia di amarvi, che vi stabilisce come strumento della vita.
E’ il matrimonio che ve ne rende atti.
Non è il vostro amore che sostiene il matrimonio:
è il matrimonio che d’ora in poi,
porta sulle spalle il vostro amore.
Dio vi unisce in matrimonio: non lo fate voi, è Dio che lo fa.
Dio protegge la vostra unità indissolubile di fronte
ad ogni pericolo che la minaccia dall’interno e dall’esterno.
Dio è il garante dell’indissolubilità.
E’ una gioiosa certezza sapere che nessuna potenza terrena,
nessuna tentazione, nessuna debolezza
potranno sciogliere ciò che Dio ha unito.
(di Bonhoeffer , lettera a due sposi, maggio 1943)

Preghiera

O Signore,

nel mio cuore,
si è acceso l’amore per una creatura
che anche tu conosci e ami.
Tu ci hai fatti incontrare l’uno all’altro,
perché non restassimo soli.
O divino Spirito,
ti ringrazio di questo dono
che mi inonda di una gioia profonda,
mi rende simile a te che sei l’amore,
e mi fa comprendere il valore
della vita che tu mi hai donato.
Fa’ che io non sciupi questa immensa ricchezza,
che tu mi hai messo nel cuore:
insegnami che l’amore è un dono
e non può mescolarsi con nessun egoismo.
Ti prego, Signore,
per chi mi aspetta e mi pensa,
per chi ha messo in me il suo avvenire,
per chi mi starà accanto per tutta la vita:
rendici degni l’uno dell’altro,
rendici l’uno all’altro di esempio e aiuto.
Preparaci al matrimonio,
alla sua grandezza, alle sue responsabilità,
così che fin d’ora le nostre anime
posseggano i nostri corpi
e regnino nell’amore.
(Papa Paolo VI)


La vita in due

Grazie, Signore,
perché ci hai dato l’amore
capace di cambiare
la sostanza delle cose.
Quando un uomo e una donna
diventano uno nel matrimonio
non appaiono più come creature terrestri
ma sono l’immagine stessa di Dio.
Così uniti non hanno paura di niente.
Con la concordia, l’amore e la pace
l’uomo e la donna sono padroni
di tutte le bellezze del mondo.
Possono vivere tranquilli,
protetti dal bene che si vogliono
secondo quanto Dio ha stabilito.
Grazie, Signore,
per l’amore che ci hai regalato.

(San Giovanni Crisostomo – IV sec.)

 

Due

Quando saremo due saremo veglia e sonno,
affonderemo nella stessa polpa
come il dente di latte e il suo secondo,
saremo due come sono le acque, le dolci e le salate,
come i cieli, del giorno e della notte,
due come sono i piedi, gli occhi, i reni,
come i tempi del battito
i colpi del respiro.
Quando saremo due non avremo metà
Saremo un due che non si può dividere con niente.
Quando saremo due, nessuno sarà uno,
uno sarà l’uguale di nessuno
e l’unità consisterà nel due.
Quando saremo due
cambierà nome pure l’universo
diventerà diverso.

 (Erri De Luca)

(Ironica)
La più bella

Oggi tu sei la più bella,
disse il bruco alla farfalla, sei più bella di una stella,... si lassù proprio di quella.
Ma lo sai quello che dico,
oggi... invito un vecchio amico..
spenderò un patrimonio, ma... organizzo un matrimonio.
E se tu mi vuoi sposare,
son disposto ad inventare una storia ancor più bella!
Si per te, per la mia stella..
Via... chiamiam parenti e amici,... tutti qui... tutti felici.
che ne dici mia farfalla?
No, non parlar, sei così bella,
che guardarti sol mi basta!
Non mi tolgo dalla testa,
che sei tu tutta la festa!

Morena Paolini

 

 

 

--